Indagine sul randagismo canino nel Parco dei Monti Aurunci – 2008

All’inizio del 2008, dopo una serie di incontri incentrati sul tema del randagismo nell’area del basso Lazio, Cibele onlus ha ricevuto l’incarico da parte del Parco Naturale dei Monti Aurunci per lo svolgimento di un’indagine sul randagismo canino nell’Area del Parco.

Il progetto ha visto lo svolgimento di fasi di ricerca sul campo, attraverso la realizzazione di sessioni di censimento diretto dei cani vaganti, e di analisi, attraverso l’acquisizione dei dati relativi ai danni da predazione da canide denunciati dagli allevatori operanti nell’area protetta e delle informazioni in tema di randagismo raccolte presso gli enti locali preposti.

Tali fasi sono risultate funzionali alla programmazione e sperimentazione di attività legate alla gestione e alla risoluzione dei conflitti, tramite incontri e colloqui con gli allevatori stessi e con gli Enti preposti per legge alla gestione e al controllo del randagismo, insieme alla distribuzione nell’area protetta di reti elettrificate e di cuccioli di cane pastore abruzzese per la difesa del bestiame.