Monitoraggio dell’avifauna svernante e nidificante nel Monumento Naturale del Lago di Fondi

Tra il 2007 e il 2009 abbiamo intrapreso in collaborazione con l’Agenzia dei Parchi del Lazio (ARP) un monitoraggio di tre anni sulle popolazioni di uccelli che vivono intorno al Lago di Fondi.
Lo scopo del lavoro è stato quello di identificare le aree maggiormente interessanti dal punto di vista della conservazione perché più ricche di specie e di individui.

Abbiamo perciò svolto osservazioni ogni quindici giorni per tutta la stagione invernale per studiare dove e in che periodo si concentrassero gli uccelli svernanti.

Per quanto riguarda i migratori è stata aperta la stazione del Laghetto degli Alfieri per tutto il periodo della migrazione primaverile e autunnale.

Infine abbiamo rilevato in maggio e giugno i nidificanti presenti attraverso l’ascolto dei maschi in canto in diversi punti della zona.

Tutti i dati raccolti sono stati inseriti in modelli matematici e messi in relazione con variabili ambientali e strutturali del territorio per definire quali tra queste ultime influenzassero la loro distribuzione e abbondanza. Le variabili ambientali sono, ad esempio, la diffusione di boschi o di campi coltivati sul territorio, mentre quelle strutturali sono ad esempio l’alternanza di ambienti aperti o chiusi ovvero la distanza di un punto dal lago o dal mare.

Infine si sono realizzate le mappe che rappresentano i valori degli indici ottenuti dai modelli matematici in modo grafico dando immediatezza visiva di quali siano le aree di maggior interesse per la conservazione degli uccelli sia svernanti che nidificanti.

le mappe sono visibili di seguito.